SAND NATIVITY - Jesolo (Ve) 2014 - Manifesto
1 / 56 ◄   ► ◄  1 / 56  ► pause play enlarge slideshow thumbs
SAND NATIVITY - Jesolo (Ve) 2014 - Manifesto
SAND NATIVITY - Jesolo (Ve) 2014 - Piazza Marconi (Ingresso)
2 / 56 ◄   ► ◄  2 / 56  ► pause play enlarge slideshow thumbs
SAND NATIVITY - Jesolo (Ve) 2014 - Piazza Marconi (Ingresso)
Dal 2002 i migliori scultori di sabbia al mondo si ritrovano a Jesolo sotto la guida di Richard Varano per realizzare un presepe di sabbia monumentale con sulfuree scolpite in tre dimensioni.
Un affascinante percorso tra pastori, animali e scene di vita del villaggio di Betlemme tutto rigorosamente in sabbia, vi condurrà alla sacra rappresentazione della Matività.
Ad arricchire ulteriormente Sand Nativity, splendide quinte scenografiche dipinte dall'artista americano Damon Farner che aggiungono prospettiva e profondità.
QUINTE SCENOGRAFICHE - Sand Nativity - Jesolo (Ve) 2014
3 / 56 ◄   ► ◄  3 / 56  ► pause play enlarge slideshow thumbs
QUINTE SCENOGRAFICHE - Sand Nativity - Jesolo (Ve) 2014
Sand Nativity è arricchito da splendide quinte scenografiche dipinte dall'artista americano Damon Farmer, che aggiungono prospettiva e profondità.

Artista: DAMON FARMER
QUINTE SCENOGRAFICHE - Sand Nativity - Jesolo (Ve) 2014
4 / 56 ◄   ► ◄  4 / 56  ► pause play enlarge slideshow thumbs
QUINTE SCENOGRAFICHE - Sand Nativity - Jesolo (Ve) 2014
Sand Nativity è arricchito da splendide quinte scenografiche dipinte dall'artista americano Damon Farmer, che aggiungono prospettiva e profondità.

Artista: DAMON FARMER
QUINTE SCENOGRAFICHE - Sand Nativity - Jesolo (Ve) 2014
5 / 56 ◄   ► ◄  5 / 56  ► pause play enlarge slideshow thumbs
QUINTE SCENOGRAFICHE - Sand Nativity - Jesolo (Ve) 2014
Sand Nativity è arricchito da splendide quinte scenografiche dipinte dall'artista americano Damon Farmer, che aggiungono prospettiva e profondità.

Artista: DAMON FARMER
SCULTURA DEDICATA A DON DON GIOVANNI BOSCO - Sand Nativity- Jesolo (Ve) 2014 -Padre e maestro dei giovani, nel bicentenario della nascita.
6 / 56 ◄   ► ◄  6 / 56  ► pause play enlarge slideshow thumbs
SCULTURA DEDICATA A DON DON GIOVANNI BOSCO - Sand Nativity- Jesolo (Ve) 2014 -Padre e maestro dei giovani, nel bicentenario della nascita.
Don Bosco dedicò la sua vita alla cura e alla formazione dei giovani; mandato ai ragazzi da ragazzo, è vissuto con i giovani e per i giovani. Per loro è stato un leader, un padre, un amico, un maestro, un educatore. Creò un modello educativo, il metodo preventivo, che ancora oggi è alla base dell'esperienza educativa salesiana. Sorgente ispiratrice e norma pratica del suo metodo educativo è l'amore.
"Trattiamo i giovani con amore ed essi ci ameranno, trattiamoli con rispetto ed essi ci rispetteranno. I giovani, diceva, sono la speranza del rinnovamento della Società e della Chiesa. UN paese in cvii la gioventù è sana e piena di ideali e di coraggio è un paese dal salvo".
Nel centenario della morte, nel 1988 Giovanni Paolo II, recatosi in visita ai luoghi di don Bosco, lo dichiarò Padre e Maestro della gioventù.

Scultore: PAVEL MYLNIKOV (Russia)
SCULTURA DEDICATA A DON DON GIOVANNI BOSCO - Sand Nativity- Jesolo (Ve) 2014 -Padre e maestro dei giovani, nel bicentenario della nascita.
7 / 56 ◄   ► ◄  7 / 56  ► pause play enlarge slideshow thumbs
SCULTURA DEDICATA A DON DON GIOVANNI BOSCO - Sand Nativity- Jesolo (Ve) 2014 -Padre e maestro dei giovani, nel bicentenario della nascita.
Don Bosco dedicò la sua vita alla cura e alla formazione dei giovani; mandato ai ragazzi da ragazzo, è vissuto con i giovani e per i giovani. Per loro è stato un leader, un padre, un amico, un maestro, un educatore. Creò un modello educativo, il metodo preventivo, che ancora oggi è alla base dell'esperienza educativa salesiana. Sorgente ispiratrice e norma pratica del suo metodo educativo è l'amore.
"Trattiamo i giovani con amore ed essi ci ameranno, trattiamoli con rispetto ed essi ci rispetteranno. I giovani, diceva, sono la speranza del rinnovamento della Società e della Chiesa. UN paese in cvii la gioventù è sana e piena di ideali e di coraggio è un paese dal salvo".
Nel centenario della morte, nel 1988 Giovanni Paolo II, recatosi in visita ai luoghi di don Bosco, lo dichiarò Padre e Maestro della gioventù.

Scultore: PAVEL MYLNIKOV (Russia)
SCENE DI VITA DI VILLAGGIO:  I MERCANTI - Sand Nativity- Jesolo (Ve) 2014
8 / 56 ◄   ► ◄  8 / 56  ► pause play enlarge slideshow thumbs
SCENE DI VITA DI VILLAGGIO: I MERCANTI - Sand Nativity- Jesolo (Ve) 2014
Le attività tipiche della vita ordinaria del tempo sono state inserite nel percorso figurativo presentato dal direttore artistico, con la volontà di contestualizzare gli avvenimenti della nascita di Gesù, narrati nei Vangeli, nella vita quotidiana, creando un ambiente d'insieme organica e omogenea. In questa scultura è rappresentata una scena di villaggio in cui due personaggi, un anziano e una donna, sono impegnati nella compravendita di varie mercanzie.

Scultore:SLAVA BORECKI (Polonia)
SCENE DI VITA DI VILLAGGIO:  I MERCANTI - Sand Nativity- Jesolo (Ve) 2014
9 / 56 ◄   ► ◄  9 / 56  ► pause play enlarge slideshow thumbs
SCENE DI VITA DI VILLAGGIO: I MERCANTI - Sand Nativity- Jesolo (Ve) 2014
Le attività tipiche della vita ordinaria del tempo sono state inserite nel percorso figurativo presentato dal direttore artistico, con la volontà di contestualizzare gli avvenimenti della nascita di Gesù, narrati nei Vangeli, nella vita quotidiana, creando un ambiente d'insieme organica e omogenea. In questa scultura è rappresentata una scena di villaggio in cui due personaggi, un anziano e una donna, sono impegnati nella compravendita di varie mercanzie.

Scultore:SLAVA BORECKI (Polonia)
SCENE DI VITA DI VILLAGGIO:  I MERCANTI - Sand Nativity- Jesolo (Ve) 2014
10 / 56 ◄   ► ◄  10 / 56  ► pause play enlarge slideshow thumbs
SCENE DI VITA DI VILLAGGIO: I MERCANTI - Sand Nativity- Jesolo (Ve) 2014
Le attività tipiche della vita ordinaria del tempo sono state inserite nel percorso figurativo presentato dal direttore artistico, con la volontà di contestualizzare gli avvenimenti della nascita di Gesù, narrati nei Vangeli, nella vita quotidiana, creando un ambiente d'insieme organica e omogenea. In questa scultura è rappresentata una scena di villaggio in cui due personaggi, un anziano e una donna, sono impegnati nella compravendita di varie mercanzie.

Scultore:SLAVA BORECKI (Polonia)
SCENE DI VITA DI VILLAGGIO:  I MERCANTI - Sand Nativity- Jesolo (Ve) 2014
11 / 56 ◄   ► ◄  11 / 56  ► pause play enlarge slideshow thumbs
SCENE DI VITA DI VILLAGGIO: I MERCANTI - Sand Nativity- Jesolo (Ve) 2014
Le attività tipiche della vita ordinaria del tempo sono state inserite nel percorso figurativo presentato dal direttore artistico, con la volontà di contestualizzare gli avvenimenti della nascita di Gesù, narrati nei Vangeli, nella vita quotidiana, creando un ambiente d'insieme organica e omogenea. In questa scultura è rappresentata una scena di villaggio in cui due personaggi, un anziano e una donna, sono impegnati nella compravendita di varie mercanzie.

Scultore:SLAVA BORECKI (Polonia)
SCENE DI VITA DI VILLAGGIO:  I MERCANTI - Sand Nativity- Jesolo (Ve) 2014
12 / 56 ◄   ► ◄  12 / 56  ► pause play enlarge slideshow thumbs
SCENE DI VITA DI VILLAGGIO: I MERCANTI - Sand Nativity- Jesolo (Ve) 2014
Le attività tipiche della vita ordinaria del tempo sono state inserite nel percorso figurativo presentato dal direttore artistico, con la volontà di contestualizzare gli avvenimenti della nascita di Gesù, narrati nei Vangeli, nella vita quotidiana, creando un ambiente d'insieme organica e omogenea. In questa scultura è rappresentata una scena di villaggio in cui due personaggi, un anziano e una donna, sono impegnati nella compravendita di varie mercanzie.

Scultore:SLAVA BORECKI (Polonia)
SCENE DI VITA DI VILLAGGIO:  I MERCANTI - Sand Nativity- Jesolo (Ve) 2014
13 / 56 ◄   ► ◄  13 / 56  ► pause play enlarge slideshow thumbs
SCENE DI VITA DI VILLAGGIO: I MERCANTI - Sand Nativity- Jesolo (Ve) 2014
Le attività tipiche della vita ordinaria del tempo sono state inserite nel percorso figurativo presentato dal direttore artistico, con la volontà di contestualizzare gli avvenimenti della nascita di Gesù, narrati nei Vangeli, nella vita quotidiana, creando un ambiente d'insieme organica e omogenea. In questa scultura è rappresentata una scena di villaggio in cui due personaggi, un anziano e una donna, sono impegnati nella compravendita di varie mercanzie.

Scultore:SLAVA BORECKI (Polonia)
SCENE DI VITA DI VILLAGGIO:  I MERCANTI - Sand Nativity- Jesolo (Ve) 2014
14 / 56 ◄   ► ◄  14 / 56  ► pause play enlarge slideshow thumbs
SCENE DI VITA DI VILLAGGIO: I MERCANTI - Sand Nativity- Jesolo (Ve) 2014
Le attività tipiche della vita ordinaria del tempo sono state inserite nel percorso figurativo presentato dal direttore artistico, con la volontà di contestualizzare gli avvenimenti della nascita di Gesù, narrati nei Vangeli, nella vita quotidiana, creando un ambiente d'insieme organica e omogenea. In questa scultura è rappresentata una scena di villaggio in cui due personaggi, un anziano e una donna, sono impegnati nella compravendita di varie mercanzie.

Scultore:SLAVA BORECKI (Polonia)
L'ANNUNCIO AI PASTORI- Sand Nativity- Jesolo (Ve) 2014
15 / 56 ◄   ► ◄  15 / 56  ► pause play enlarge slideshow thumbs
L'ANNUNCIO AI PASTORI- Sand Nativity- Jesolo (Ve) 2014
Questa scultura che apre il percorso figurativo pensato per quest'edizione di Sand Nativity, si ispira a uno dei dei motivi principali dell'iconografia del presepe. Come narrato nel vangelo di Luca (2,8-10), l'angelo, qui rappresentato all'apice della composizione scultoria, è colto nell'atto di annunciare ai pastori la nascita del Bambino.

Scultore: NICOLA WOOD (Inghilterra)
L'ANNUNCIO AI PASTORI- Sand Nativity- Jesolo (Ve) 2014
16 / 56 ◄   ► ◄  16 / 56  ► pause play enlarge slideshow thumbs
L'ANNUNCIO AI PASTORI- Sand Nativity- Jesolo (Ve) 2014
Questa scultura che apre il percorso figurativo pensato per quest'edizione di Sand Nativity, si ispira a uno dei dei motivi principali dell'iconografia del presepe. Come narrato nel vangelo di Luca (2,8-10), l'angelo, qui rappresentato all'apice della composizione scultoria, è colto nell'atto di annunciare ai pastori la nascita del Bambino.

Scultore: NICOLA WOOD (Inghilterra)
L'ANNUNCIO AI PASTORI- Sand Nativity- Jesolo (Ve) 2014
17 / 56 ◄   ► ◄  17 / 56  ► pause play enlarge slideshow thumbs
L'ANNUNCIO AI PASTORI- Sand Nativity- Jesolo (Ve) 2014
Questa scultura che apre il percorso figurativo pensato per quest'edizione di Sand Nativity, si ispira a uno dei dei motivi principali dell'iconografia del presepe. Come narrato nel vangelo di Luca (2,8-10), l'angelo, qui rappresentato all'apice della composizione scultoria, è colto nell'atto di annunciare ai pastori la nascita del Bambino.

Scultore: NICOLA WOOD (Inghilterra)
L'ANNUNCIO AI PASTORI- Sand Nativity- Jesolo (Ve) 2014
18 / 56 ◄   ► ◄  18 / 56  ► pause play enlarge slideshow thumbs
L'ANNUNCIO AI PASTORI- Sand Nativity- Jesolo (Ve) 2014
Questa scultura che apre il percorso figurativo pensato per quest'edizione di Sand Nativity, si ispira a uno dei dei motivi principali dell'iconografia del presepe. Come narrato nel vangelo di Luca (2,8-10), l'angelo, qui rappresentato all'apice della composizione scultoria, è colto nell'atto di annunciare ai pastori la nascita del Bambino.

Scultore: NICOLA WOOD (Inghilterra)
L'ANNUNCIO AI PASTORI- Sand Nativity- Jesolo (Ve) 2014
19 / 56 ◄   ► ◄  19 / 56  ► pause play enlarge slideshow thumbs
L'ANNUNCIO AI PASTORI- Sand Nativity- Jesolo (Ve) 2014
Questa scultura che apre il percorso figurativo pensato per quest'edizione di Sand Nativity, si ispira a uno dei dei motivi principali dell'iconografia del presepe. Come narrato nel vangelo di Luca (2,8-10), l'angelo, qui rappresentato all'apice della composizione scultoria, è colto nell'atto di annunciare ai pastori la nascita del Bambino.

Scultore: NICOLA WOOD (Inghilterra)
L'ANNUNCIO AI PASTORI- Sand Nativity- Jesolo (Ve) 2014
20 / 56 ◄   ► ◄  20 / 56  ► pause play enlarge slideshow thumbs
L'ANNUNCIO AI PASTORI- Sand Nativity- Jesolo (Ve) 2014
Questa scultura che apre il percorso figurativo pensato per quest'edizione di Sand Nativity, si ispira a uno dei dei motivi principali dell'iconografia del presepe. Come narrato nel vangelo di Luca (2,8-10), l'angelo, qui rappresentato all'apice della composizione scultoria, è colto nell'atto di annunciare ai pastori la nascita del Bambino.

Scultore: NICOLA WOOD (Inghilterra)
L'ANNUNCIO AI PASTORI- Sand Nativity- Jesolo (Ve) 2014
21 / 56 ◄   ► ◄  21 / 56  ► pause play enlarge slideshow thumbs
L'ANNUNCIO AI PASTORI- Sand Nativity- Jesolo (Ve) 2014
Questa scultura che apre il percorso figurativo pensato per quest'edizione di Sand Nativity, si ispira a uno dei dei motivi principali dell'iconografia del presepe. Come narrato nel vangelo di Luca (2,8-10), l'angelo, qui rappresentato all'apice della composizione scultoria, è colto nell'atto di annunciare ai pastori la nascita del Bambino.

Scultore: NICOLA WOOD (Inghilterra)
L'ANNUNCIO A GIUSEPPE - Sand Nativity- Jesolo (Ve) 2014
22 / 56 ◄   ► ◄  22 / 56  ► pause play enlarge slideshow thumbs
L'ANNUNCIO A GIUSEPPE - Sand Nativity- Jesolo (Ve) 2014
In questa scultura è rappresentato l'episodio in cui l'angelo compare a Giuseppe dormiente per invitarlo a prendere Maria come sua sposa, già in cita per opera dello Spirito Santo. L'ambientazione scultoria che colloca i personaggi all'interno della bottega da falegname di Giuseppe, è strettamente collegata a quella dipinta nella quale la figura di Maria appare in secondo piano.

Scultore: BALDRICK BUCKLE (OLANDA)
L'ANNUNCIO A GIUSEPPE - Sand Nativity- Jesolo (Ve) 2014
23 / 56 ◄   ► ◄  23 / 56  ► pause play enlarge slideshow thumbs
L'ANNUNCIO A GIUSEPPE - Sand Nativity- Jesolo (Ve) 2014
In questa scultura è rappresentato l'episodio in cui l'angelo compare a Giuseppe dormiente per invitarlo a prendere Maria come sua sposa, già in cita per opera dello Spirito Santo. L'ambientazione scultoria che colloca i personaggi all'interno della bottega da falegname di Giuseppe, è strettamente collegata a quella dipinta nella quale la figura di Maria appare in secondo piano.

Scultore: BALDRICK BUCKLE (OLANDA)
L'ANNUNCIO A GIUSEPPE - Sand Nativity- Jesolo (Ve) 2014
24 / 56 ◄   ► ◄  24 / 56  ► pause play enlarge slideshow thumbs
L'ANNUNCIO A GIUSEPPE - Sand Nativity- Jesolo (Ve) 2014
In questa scultura è rappresentato l'episodio in cui l'angelo compare a Giuseppe dormiente per invitarlo a prendere Maria come sua sposa, già in cita per opera dello Spirito Santo. L'ambientazione scultoria che colloca i personaggi all'interno della bottega da falegname di Giuseppe, è strettamente collegata a quella dipinta nella quale la figura di Maria appare in secondo piano.

Scultore: BALDRICK BUCKLE (OLANDA)
MARIA e ELISABETTA - Sand Nativity- Jesolo (Ve) 2014
25 / 56 ◄   ► ◄  25 / 56  ► pause play enlarge slideshow thumbs
MARIA e ELISABETTA - Sand Nativity- Jesolo (Ve) 2014
L'episodio della Visitazione, anch'esso narrato nel Vangelo di Luca, in cui avviene l'incontro tra Maria e la cugina Elisabetta, è rappresentato dall'artista collocando le due donne in un'ambientazione aperta, di fronte ad una architettura arcuata, tipica dello stile romano, diffusosi in Palestina, in seguito all'espansione dell'impero verso l'oriente. La stessa ambientazione è ripresa dalle scenografie dipinte che presentano una prospettiva di colonne ioniche.

Scultore: SUSANNE RUSELER (OLANDA)
MARIA e ELISABETTA - Sand Nativity- Jesolo (Ve) 2014
26 / 56 ◄   ► ◄  26 / 56  ► pause play enlarge slideshow thumbs
MARIA e ELISABETTA - Sand Nativity- Jesolo (Ve) 2014
L'episodio della Visitazione, anch'esso narrato nel Vangelo di Luca, in cui avviene l'incontro tra Maria e la cugina Elisabetta, è rappresentato dall'artista collocando le due donne in un'ambientazione aperta, di fronte ad una architettura arcuata, tipica dello stile romano, diffusosi in Palestina, in seguito all'espansione dell'impero verso l'oriente. La stessa ambientazione è ripresa dalle scenografie dipinte che presentano una prospettiva di colonne ioniche.

Scultore: SUSANNE RUSELER (OLANDA)
MARIA e ELISABETTA - Sand Nativity- Jesolo (Ve) 2014
27 / 56 ◄   ► ◄  27 / 56  ► pause play enlarge slideshow thumbs
MARIA e ELISABETTA - Sand Nativity- Jesolo (Ve) 2014
L'episodio della Visitazione, anch'esso narrato nel Vangelo di Luca, in cui avviene l'incontro tra Maria e la cugina Elisabetta, è rappresentato dall'artista collocando le due donne in un'ambientazione aperta, di fronte ad una architettura arcuata, tipica dello stile romano, diffusosi in Palestina, in seguito all'espansione dell'impero verso l'oriente. La stessa ambientazione è ripresa dalle scenografie dipinte che presentano una prospettiva di colonne ioniche.

Scultore: SUSANNE RUSELER (OLANDA)
MARIA e ELISABETTA - Sand Nativity- Jesolo (Ve) 2014
28 / 56 ◄   ► ◄  28 / 56  ► pause play enlarge slideshow thumbs
MARIA e ELISABETTA - Sand Nativity- Jesolo (Ve) 2014
L'episodio della Visitazione, anch'esso narrato nel Vangelo di Luca, in cui avviene l'incontro tra Maria e la cugina Elisabetta, è rappresentato dall'artista collocando le due donne in un'ambientazione aperta, di fronte ad una architettura arcuata, tipica dello stile romano, diffusosi in Palestina, in seguito all'espansione dell'impero verso l'oriente. La stessa ambientazione è ripresa dalle scenografie dipinte che presentano una prospettiva di colonne ioniche.

Scultore: SUSANNE RUSELER (OLANDA)
IL CAMMINO DEI RE MAGI - Sand Nativity- Jesolo (Ve) 2014
29 / 56 ◄   ► ◄  29 / 56  ► pause play enlarge slideshow thumbs
IL CAMMINO DEI RE MAGI - Sand Nativity- Jesolo (Ve) 2014
Il grande blocco di sabbia, lungo 8,5 e alto 3,5 metri, rappresenta il viaggio dei Magi verso Betlemme, seguendo la stella che indica loro la strada per giungere al luogo dove è nato il bambino.
Lo sfondo uniforme rappresenta una zona arida e quasi desertica, tipico di quell'area geografica, esalta ulteriormente la tridimensionalità delle figure, sia umane che animali.

Scultore: RADVAN ZIVNY (REP.CECA)
IL CAMMINO DEI RE MAGI - Sand Nativity- Jesolo (Ve) 2014
30 / 56 ◄   ► ◄  30 / 56  ► pause play enlarge slideshow thumbs
IL CAMMINO DEI RE MAGI - Sand Nativity- Jesolo (Ve) 2014
Il grande blocco di sabbia, lungo 8,5 e alto 3,5 metri, rappresenta il viaggio dei Magi verso Betlemme, seguendo la stella che indica loro la strada per giungere al luogo dove è nato il bambino.
Lo sfondo uniforme rappresenta una zona arida e quasi desertica, tipico di quell'area geografica, esalta ulteriormente la tridimensionalità delle figure, sia umane che animali.

Scultore: RADVAN ZIVNY (REP.CECA)
NON C'E' POSTO ALLA LOCANDA - Sand Nativity- Jesolo (Ve) 2014
31 / 56 ◄   ► ◄  31 / 56  ► pause play enlarge slideshow thumbs
NON C'E' POSTO ALLA LOCANDA - Sand Nativity- Jesolo (Ve) 2014
A seguito dell'emanazione del decreto per il censimento della popolazione, voluto da Cesare Augusto, Giuseppe insieme a Maria incinta, si recò a Betlemme, suo luogo di origine, per farsi registrare. Le due figure sono ambientate in un paesaggio naturale scolpito, che si relaziona perfettamente con le scenografie dipinte dove è rappresentata la locanda in cui Giuseppe e Maria non trovano posto per passare la notte.

Scultore: NIKOLAY TORKHOV (RUSSIA)
NON C'E' POSTO ALLA LOCANDA - Sand Nativity- Jesolo (Ve) 2014
32 / 56 ◄   ► ◄  32 / 56  ► pause play enlarge slideshow thumbs
NON C'E' POSTO ALLA LOCANDA - Sand Nativity- Jesolo (Ve) 2014
A seguito dell'emanazione del decreto per il censimento della popolazione, voluto da Cesare Augusto, Giuseppe insieme a Maria incinta, si recò a Betlemme, suo luogo di origine, per farsi registrare. Le due figure sono ambientate in un paesaggio naturale scolpito, che si relaziona perfettamente con le scenografie dipinte dove è rappresentata la locanda in cui Giuseppe e Maria non trovano posto per passare la notte.

Scultore: NIKOLAY TORKHOV (RUSSIA)
NON C'E' POSTO ALLA LOCANDA - Sand Nativity- Jesolo (Ve) 2014
33 / 56 ◄   ► ◄  33 / 56  ► pause play enlarge slideshow thumbs
NON C'E' POSTO ALLA LOCANDA - Sand Nativity- Jesolo (Ve) 2014
A seguito dell'emanazione del decreto per il censimento della popolazione, voluto da Cesare Augusto, Giuseppe insieme a Maria incinta, si recò a Betlemme, suo luogo di origine, per farsi registrare. Le due figure sono ambientate in un paesaggio naturale scolpito, che si relaziona perfettamente con le scenografie dipinte dove è rappresentata la locanda in cui Giuseppe e Maria non trovano posto per passare la notte.

Scultore: NIKOLAY TORKHOV (RUSSIA)
NON C'E' POSTO ALLA LOCANDA - Sand Nativity- Jesolo (Ve) 2014
34 / 56 ◄   ► ◄  34 / 56  ► pause play enlarge slideshow thumbs
NON C'E' POSTO ALLA LOCANDA - Sand Nativity- Jesolo (Ve) 2014
A seguito dell'emanazione del decreto per il censimento della popolazione, voluto da Cesare Augusto, Giuseppe insieme a Maria incinta, si recò a Betlemme, suo luogo di origine, per farsi registrare. Le due figure sono ambientate in un paesaggio naturale scolpito, che si relaziona perfettamente con le scenografie dipinte dove è rappresentata la locanda in cui Giuseppe e Maria non trovano posto per passare la notte.

Scultore: NIKOLAY TORKHOV (RUSSIA)
NON C'E' POSTO ALLA LOCANDA - Sand Nativity- Jesolo (Ve) 2014
35 / 56 ◄   ► ◄  35 / 56  ► pause play enlarge slideshow thumbs
NON C'E' POSTO ALLA LOCANDA - Sand Nativity- Jesolo (Ve) 2014
A seguito dell'emanazione del decreto per il censimento della popolazione, voluto da Cesare Augusto, Giuseppe insieme a Maria incinta, si recò a Betlemme, suo luogo di origine, per farsi registrare. Le due figure sono ambientate in un paesaggio naturale scolpito, che si relaziona perfettamente con le scenografie dipinte dove è rappresentata la locanda in cui Giuseppe e Maria non trovano posto per passare la notte.

Scultore: NIKOLAY TORKHOV (RUSSIA)
IL SOGNO DI DON BOSCO - Sand Nativity- Jesolo (Ve) 2014
36 / 56 ◄   ► ◄  36 / 56  ► pause play enlarge slideshow thumbs
IL SOGNO DI DON BOSCO - Sand Nativity- Jesolo (Ve) 2014
Vedi foto a fine sito

Scultore: ILYA FILIMONTSEV (Russia)
QUINTE SCENOGRAFICHE: IL SOGNO DI DON BOSCO - Sand Nativity - Jesolo (Ve) 2014
37 / 56 ◄   ► ◄  37 / 56  ► pause play enlarge slideshow thumbs
QUINTE SCENOGRAFICHE: IL SOGNO DI DON BOSCO - Sand Nativity - Jesolo (Ve) 2014
Sand Nativity è arricchito da splendide quinte scenografiche dipinte dall'artista americano Damon Farmer, che aggiungono prospettiva e profondità.

Artista: DAMON FARMER
IL SOGNO DI DON BOSCO - Sand Nativity- Jesolo (Ve) 2014
38 / 56 ◄   ► ◄  38 / 56  ► pause play enlarge slideshow thumbs
IL SOGNO DI DON BOSCO - Sand Nativity- Jesolo (Ve) 2014
Il sogno dei 9 anni
"All’età di nove anni ho fatto un sogno, che mi rimase profonda­mente impresso nella mente per tutta la vita. Nel sonno mi parve di essere vicino a casa, in un cortile assai spazioso, dove stava raccolta una moltitudine di fanciulli, che si trastullavano. Alcuni ri­devano, altri giocavano, non pochi bestemmiavano. All'udire quelle bestemmie mi sono subito lanciato in mezzo di loro, ado­perando pugni e parole per farli tacere.
In quel momento apparve un uomo venerando, in virile età, nobilmente vestito. Un manto bian­co gli copriva tutta la persona; ma la sua faccia era così luminosa, che io non potevo rimirarlo. Egli mi chiamò per nome e mi ordinò di pormi alla testa di quei fanciulli ag­giungendo queste parole:
- Non con le percosse, ma con la mansuetudine e con la carità do­vrai guadagnare que­sti tuoi amici. Mettiti dunque immediata­mente a fare loro un'istruzione sulla bruttezza dei pec­cato e sulla preziosità della virtù.
Confuso e spa­ventato soggiunsi che io ero un pove­ro ed ignorante fan­ciullo, incapace di parlare di religione a quei giovanetti. In quel momento que' ragazzi c­essando dalle risse, dagli schiamazzi e dalle bestemmie, si raccol­sero tutti intorno a colui che parlava.
Quasi senza sapere che mi dices­si, soggiunsi:
- Chi siete voi che mi comandate cosa impossibile?
- Appunto perché tali cose ti sembrano impossibili, devi renderle possibili con l’ubbidienza e con l’acquisto della scienza.
- Dove, con quali mezzi potrò acquistare la scienza?
- Io ti darò la maestra, sotto alla cui disciplina puoi diventare sapiente, e senza cui ogni sapienza diviene stoltezza.
- Ma chi siete voi, che parlate in questo modo?
- Io sono il figlio di colei, che tua madre ti insegnò di salutare tre volte al giorno.
- Mia madre mi dice di non associarmi con quelli che non conosco, senza suo permesso; perciò ditemi il vostro nome.
- Il mio nome domandalo a mia madre.
In quel momento vidi accanto a lui una donna di maestoso aspetto, vestita di un manto, che risplendeva da tutte le parti, come se ogni punto di quello fosse una fulgidissima stella. Scorgendomi sempre più confuso nelle mie domande e risposte, mi accennò di avvicinarmi a lei, mi prese con bontà per mano e mi disse:
- Guarda.
Guardando mi accorsi che quei fanciulli erano tutti fuggiti ed in loro vece vidi una moltitudine di capretti, di cani, orsi e di parecchi altri animali.
- Ecco il tuo campo, ecco dove devi lavorare. Renditi umile, forte e robusto: e ciò che in questo momento vedi succedere di questi animali, tu dovrai farlo per i miei figli.
Volsi allora lo sguardo ed ecco invece di animali feroci, apparvero altrettanti mansueti agnelli, che, saltellando, correvano attorno belando, come per fare festa a quell’uomo e a quella signora.
A quel punto, sempre nel sonno, mi misi a piangere, e pregai a voler parlare in modo da capire, poiché io non sapevo quale cosa volesse significare. Allora ella mi pose la mano sul capo dicendomi:
- A suo tempo tutto comprenderai.
Ciò detto, un rumore mi svegliò; ed ogni cosa disparve.
lo rimasi sbalordito. Mi sembrava di avere le mani che mi facessero male per i pugni che avevo dato, che la faccia mi dolesse per gli schiaffi ricevuti. Quel personaggio, quella donna, le cose dette e quelle udite, mi occuparono talmente la mente che, per quella notte, non mi fu più possibile prendere sonno."

Scultore: ILYA FILIMONTSEV (Russia)
IL SOGNO DI DON BOSCO - Sand Nativity- Jesolo (Ve) 2014
39 / 56 ◄   ► ◄  39 / 56  ► pause play enlarge slideshow thumbs
IL SOGNO DI DON BOSCO - Sand Nativity- Jesolo (Ve) 2014
Vedi foto a fine sito

Scultore: ILYA FILIMONTSEV (Russia)
IL SOGNO DI DON BOSCO - Sand Nativity- Jesolo (Ve) 2014
40 / 56 ◄   ► ◄  40 / 56  ► pause play enlarge slideshow thumbs
IL SOGNO DI DON BOSCO - Sand Nativity- Jesolo (Ve) 2014
Vedi foto a fine sito

Scultore: ILYA FILIMONTSEV (Russia)Scultore: ILYA FILIMONTSEV (Russia)
IL SOGNO DI DON BOSCO - Sand Nativity- Jesolo (Ve) 2014
41 / 56 ◄   ► ◄  41 / 56  ► pause play enlarge slideshow thumbs
IL SOGNO DI DON BOSCO - Sand Nativity- Jesolo (Ve) 2014
Il sogno dei 9 anni
"All’età di nove anni ho fatto un sogno, che mi rimase profonda­mente impresso nella mente per tutta la vita. Nel sonno mi parve di essere vicino a casa, in un cortile assai spazioso, dove stava raccolta una moltitudine di fanciulli, che si trastullavano. Alcuni ri­devano, altri giocavano, non pochi bestemmiavano. All'udire quelle bestemmie mi sono subito lanciato in mezzo di loro, ado­perando pugni e parole per farli tacere.
In quel momento apparve un uomo venerando, in virile età, nobilmente vestito. Un manto bian­co gli copriva tutta la persona; ma la sua faccia era così luminosa, che io non potevo rimirarlo. Egli mi chiamò per nome e mi ordinò di pormi alla testa di quei fanciulli ag­giungendo queste parole:
- Non con le percosse, ma con la mansuetudine e con la carità do­vrai guadagnare que­sti tuoi amici. Mettiti dunque immediata­mente a fare loro un'istruzione sulla bruttezza dei pec­cato e sulla preziosità della virtù.
Confuso e spa­ventato soggiunsi che io ero un pove­ro ed ignorante fan­ciullo, incapace di parlare di religione a quei giovanetti. In quel momento que' ragazzi c­essando dalle risse, dagli schiamazzi e dalle bestemmie, si raccol­sero tutti intorno a colui che parlava.
Quasi senza sapere che mi dices­si, soggiunsi:
- Chi siete voi che mi comandate cosa impossibile?
- Appunto perché tali cose ti sembrano impossibili, devi renderle possibili con l’ubbidienza e con l’acquisto della scienza.
- Dove, con quali mezzi potrò acquistare la scienza?
- Io ti darò la maestra, sotto alla cui disciplina puoi diventare sapiente, e senza cui ogni sapienza diviene stoltezza.
- Ma chi siete voi, che parlate in questo modo?
- Io sono il figlio di colei, che tua madre ti insegnò di salutare tre volte al giorno.
- Mia madre mi dice di non associarmi con quelli che non conosco, senza suo permesso; perciò ditemi il vostro nome.
- Il mio nome domandalo a mia madre.
In quel momento vidi accanto a lui una donna di maestoso aspetto, vestita di un manto, che risplendeva da tutte le parti, come se ogni punto di quello fosse una fulgidissima stella. Scorgendomi sempre più confuso nelle mie domande e risposte, mi accennò di avvicinarmi a lei, mi prese con bontà per mano e mi disse:
- Guarda.
Guardando mi accorsi che quei fanciulli erano tutti fuggiti ed in loro vece vidi una moltitudine di capretti, di cani, orsi e di parecchi altri animali.
- Ecco il tuo campo, ecco dove devi lavorare. Renditi umile, forte e robusto: e ciò che in questo momento vedi succedere di questi animali, tu dovrai farlo per i miei figli.
Volsi allora lo sguardo ed ecco invece di animali feroci, apparvero altrettanti mansueti agnelli, che, saltellando, correvano attorno belando, come per fare festa a quell’uomo e a quella signora.
A quel punto, sempre nel sonno, mi misi a piangere, e pregai a voler parlare in modo da capire, poiché io non sapevo quale cosa volesse significare. Allora ella mi pose la mano sul capo dicendomi:
- A suo tempo tutto comprenderai.
Ciò detto, un rumore mi svegliò; ed ogni cosa disparve.
lo rimasi sbalordito. Mi sembrava di avere le mani che mi facessero male per i pugni che avevo dato, che la faccia mi dolesse per gli schiaffi ricevuti. Quel personaggio, quella donna, le cose dette e quelle udite, mi occuparono talmente la mente che, per quella notte, non mi fu più possibile prendere sonno."

Scultore: ILYA FILIMONTSEV (Russia)
IL SOGNO DI DON BOSCO -
42 / 56 ◄   ► ◄  42 / 56  ► pause play enlarge slideshow thumbs
IL SOGNO DI DON BOSCO -
Vedi foto a fine sito

Scultore: ILYA FILIMONTSEV (Russia)
SCHENE DI VITA DI VILLAGGIO: IL RACCONTA STORIE - Sand Nativity- Jesolo (Ve) 2014
43 / 56 ◄   ► ◄  43 / 56  ► pause play enlarge slideshow thumbs
SCHENE DI VITA DI VILLAGGIO: IL RACCONTA STORIE - Sand Nativity- Jesolo (Ve) 2014
La cultura orale del tempo, diffusa specialmente tra il popolo, rendeva fondamentali le orazioni pubbliche e il ruolo dei cantastorie, in quanto indispensabile per la trasmissione dei valori e per l'educazione dei bambini.
In questa scultura, organizzata attorno ad una composizione circolare, una donna è attorniata da fanciulli, intenti ad ascoltare i suoi racconti.
La struttura compositiva focalizza l'attenzione intorno alla fonte, dando vita a una metafora in cui il ruolo sostanziale svolto dall'acqua per la nascita della vita viene paragonato al ruolo sociale svolto da queste pratiche didattiche.

Scultore: DAVID DUCHARME (CANADA)
SCHENE DI VITA DI VILLAGGIO: IL RACCONTA STORIE - Sand Nativity- Jesolo (Ve) 2014
44 / 56 ◄   ► ◄  44 / 56  ► pause play enlarge slideshow thumbs
SCHENE DI VITA DI VILLAGGIO: IL RACCONTA STORIE - Sand Nativity- Jesolo (Ve) 2014
La cultura orale del tempo, diffusa specialmente tra il popolo, rendeva fondamentali le orazioni pubbliche e il ruolo dei cantastorie, in quanto indispensabile per la trasmissione dei valori e per l'educazione dei bambini.
In questa scultura, organizzata attorno ad una composizione circolare, una donna è attorniata da fanciulli, intenti ad ascoltare i suoi racconti.
La struttura compositiva focalizza l'attenzione intorno alla fonte, dando vita a una metafora in cui il ruolo sostanziale svolto dall'acqua per la nascita della vita viene paragonato al ruolo sociale svolto da queste pratiche didattiche.

Scultore: DAVID DUCHARME (CANADA)
SCHENE DI VITA DI VILLAGGIO: IL RACCONTA STORIE - Sand Nativity- Jesolo (Ve) 2014
45 / 56 ◄   ► ◄  45 / 56  ► pause play enlarge slideshow thumbs
SCHENE DI VITA DI VILLAGGIO: IL RACCONTA STORIE - Sand Nativity- Jesolo (Ve) 2014
La cultura orale del tempo, diffusa specialmente tra il popolo, rendeva fondamentali le orazioni pubbliche e il ruolo dei cantastorie, in quanto indispensabile per la trasmissione dei valori e per l'educazione dei bambini.
In questa scultura, organizzata attorno ad una composizione circolare, una donna è attorniata da fanciulli, intenti ad ascoltare i suoi racconti.
La struttura compositiva focalizza l'attenzione intorno alla fonte, dando vita a una metafora in cui il ruolo sostanziale svolto dall'acqua per la nascita della vita viene paragonato al ruolo sociale svolto da queste pratiche didattiche.

Scultore: DAVID DUCHARME (CANADA)
NATIVITA' - Sand Nativity- Jesolo (Ve) 2014
46 / 56 ◄   ► ◄  46 / 56  ► pause play enlarge slideshow thumbs
NATIVITA' - Sand Nativity- Jesolo (Ve) 2014
NATIVITA' - Sand Nativity- Jesolo (Ve) 2014
47 / 56 ◄   ► ◄  47 / 56  ► pause play enlarge slideshow thumbs
NATIVITA' - Sand Nativity- Jesolo (Ve) 2014
NATIVITA' - Sand Nativity- Jesolo (Ve) 2014
48 / 56 ◄   ► ◄  48 / 56  ► pause play enlarge slideshow thumbs
NATIVITA' - Sand Nativity- Jesolo (Ve) 2014
NATIVITA': Pastore - Sand Nativity- Jesolo (Ve) 2014
49 / 56 ◄   ► ◄  49 / 56  ► pause play enlarge slideshow thumbs
NATIVITA': Pastore - Sand Nativity- Jesolo (Ve) 2014
NATIVITA' - Sand Nativity- Jesolo (Ve) 2014
50 / 56 ◄   ► ◄  50 / 56  ► pause play enlarge slideshow thumbs
NATIVITA' - Sand Nativity- Jesolo (Ve) 2014
IN VISITA ALLA  MOSTRA - Sand Nativity- Jesolo (Ve) 2014
51 / 56 ◄   ► ◄  51 / 56  ► pause play enlarge slideshow thumbs
IN VISITA ALLA MOSTRA - Sand Nativity- Jesolo (Ve) 2014
ALCUNI DATI:
- 460 mq di area espositiva
- 650 tonnellate di sabbia utilizzata
- 13 scultori all'opera da 22 novembre al 2 dicembre
- oltre 100.000 visitatori ogni anno
- 530.000 euro raccolti e assegnati a progetti benefici in tutto il mondo

PROGETTO ARTISTICO
Sultans Of Sand Co.
BALDRICK BUCKLE - NIKOLAY TORKHOV - RAADOVAN ZIVNY - ARIANNE VAN ROSMALEN - NICOLA WOOOD - SLAVA BORECKI
IN VISITA ALLA  MOSTRA - Sand Nativity- Jesolo (Ve) 2014
52 / 56 ◄   ► ◄  52 / 56  ► pause play enlarge slideshow thumbs
IN VISITA ALLA MOSTRA - Sand Nativity- Jesolo (Ve) 2014
ALCUNI DATI:
- 460 mq di area espositiva
- 650 tonnellate di sabbia utilizzata
- 13 scultori all'opera da 22 novembre al 2 dicembre
- oltre 100.000 visitatori ogni anno
- 530.000 euro raccolti e assegnati a progetti benefici in tutto il mondo

PROGETTO ARTISTICO
Sultans Of Sand Co.
BALDRICK BUCKLE - NIKOLAY TORKHOV - RAADOVAN ZIVNY - ARIANNE VAN ROSMALEN - NICOLA WOOOD - SLAVA BORECKI
IN VISITA ALLA  MOSTRA - Sand Nativity- Jesolo (Ve) 2014
53 / 56 ◄   ► ◄  53 / 56  ► pause play enlarge slideshow thumbs
IN VISITA ALLA MOSTRA - Sand Nativity- Jesolo (Ve) 2014
ALCUNI DATI:
- 460 mq di area espositiva
- 650 tonnellate di sabbia utilizzata
- 13 scultori all'opera da 22 novembre al 2 dicembre
- oltre 100.000 visitatori ogni anno
- 530.000 euro raccolti e assegnati a progetti benefici in tutto il mondo

PROGETTO ARTISTICO
Sultans Of Sand Co.
BALDRICK BUCKLE - NIKOLAY TORKHOV - RAADOVAN ZIVNY - ARIANNE VAN ROSMALEN - NICOLA WOOOD - SLAVA BORECKI
IN VISITA ALLA  MOSTRA - Sand Nativity- Jesolo (Ve) 2014
54 / 56 ◄   ► ◄  54 / 56  ► pause play enlarge slideshow thumbs
IN VISITA ALLA MOSTRA - Sand Nativity- Jesolo (Ve) 2014
ALCUNI DATI:
- 460 mq di area espositiva
- 650 tonnellate di sabbia utilizzata
- 13 scultori all'opera da 22 novembre al 2 dicembre
- oltre 100.000 visitatori ogni anno
- 530.000 euro raccolti e assegnati a progetti benefici in tutto il mondo

PROGETTO ARTISTICO
Sultans Of Sand Co.
BALDRICK BUCKLE - NIKOLAY TORKHOV - RAADOVAN ZIVNY - ARIANNE VAN ROSMALEN - NICOLA WOOOD - SLAVA BORECKI
IL SOGNO DI DON BOSCO - Sand Nativity- Jesolo (Ve) 2014
55 / 56 ◄   ► ◄  55 / 56  ► pause play enlarge slideshow thumbs
IL SOGNO DI DON BOSCO - Sand Nativity- Jesolo (Ve) 2014
LA VITA DI DON BOSCO - Sand Nativity- Jesolo (Ve) 2014
56 / 56 ◄   ► ◄  56 / 56  ► pause play enlarge slideshow thumbs
LA VITA DI DON BOSCO - Sand Nativity- Jesolo (Ve) 2014

SAND NATIVITY - JESOLO (VE) 2014

IL PROCEDIMENTO
La struttura di sabbia è realizzata essenzialmente di sabbia e acqua, nient’altro. Il segreto sta nella compressione meccanica di questi elementi naturali dentro casseforme di legno.
Una volta tolte le casseformi resta un blocco solido e compatto pronto da scolpire.
Il soggetto più rappresentativo di questo genere è sicuramente il castello, ma i campioni di questo a disciplina si cimentano in ben altre forme: architettoniche, anatomiche (uomini e animali) o forme di oggetti. Impiegando il materiale e la tecnica giusti si può dare alla sabbia la forma desiderata e utilizzata come una vera e propria espressione artistica.

TIPI DI SABBIA
La sabbia sembra uguale ovunque, in realtà essa si presenta sotto forme estremamente diverse e la sua provenienza ne determina la possibilità di utilizzo.
La sabbia può essere di origine organica o minerale. I granelli di sabbia organica sono costituiti da minuscole particelle di corallo, crostacei, e fossili. Questo tipo si trova soprattutto in prossimità delle acque salate.
La sabbia minerale, che deriva dalla roccia, è composta da piccoli pezzi di minerali ed altre pietre provenienti da regioni montagnose, ad esempio le Alpi. Queste differenze possono essere facilmente visibili al microscopio.
La sabbia di Jesolo è di origine dolomitica e l’uniformità granulometrica la rende più difficile da lavorare di altre qualità.
Per questo gli artisti di Jesolo sono ancora più bravi!

*********************
IL PROGETTO 2014
Per l’edizione di Sand Nativity 2014 il direttore artistico Richard Varano ha penato ad una nuova disposizione delle opere in modo tale da unire, in una sola esposizione artistica, la rappresentazione delle scene tradizionali del presepe affiancate ad alcune scene di vita quotidiana dell’epoca, combinando icone sacre e scene profane in un progetto d’insieme. Quest’anno è stato inoltre scelto di enfatizzare il ruolo della figura del “Portatore di Pace”, don Giovanni Bosco, nella speciale ricorrenza del bicentenario della nascita, all’inizio e alla fine del percorso espositivo, presentando, oltre al tradizionale ritratto del personaggio, anche una scultura e un dipinto dedicati alle sue esperienze di vita e alla sua missione.

loading